Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Francesco Furchì: "Sono innocente, faccio lo sciopero della sete"

L'uomo accusato di aver ucciso l'ex consigliere comunale Alberto Musy annuncia di voler fare lo sciopero della sete, aggiungendolo a quello della fame

Francesco Furchì, accusato di aver ucciso l’ex consigliere comunale Alberto Musy, annuncia in una lettera che presto inizierà lo sciopero della sete, assieme a quello della fame.

Furchì, dal carcere delle Vallette, scrive ad un'agenzia di stampa, ribadendo la sua totale innocenza:e nessuno degli indizi “inconsistenti” e “privi di logica” “forzati dal pm” avrebbero per lui potuto scalfirla.

In questa situazione, Furchì annuncia di aggiungere allo sciopero della fame che sta proseguendo anche quello della sete; l'imputato ha perso 18 chili in 26 giorni: Furchì scrive che non demorderà, anche a rischio di mettere a repentaglio la sua vita. Contro di lui, spiega, c’è un accanimento “senza precedenti”: presto, dice, dimostrerà la verità con i consulenti e avvocati in Corte d’Assise.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francesco Furchì: "Sono innocente, faccio lo sciopero della sete"

TorinoToday è in caricamento