Centro di accoglienza ad Alpignano, proteste prima dell’arrivo dei profughi

Forza Nuova ha affisso uno striscione davanti all'ex hotel Parlapà dove saranno ospitati gli stranieri

Se da una parte sull’emergenza profughi ad Alpignano il sindaco Andrea Oliva ha detto di fare di tutto affinché l'arrivo degli immigrati non causi un impatto negativo dall’altra, laddove nascerà il centro di accoglienza, Forza Nuova ha manifestato il proprio disappunto. Davanti all’ex hotel Parlapà di via Fornace, location individuata per ospitare circa 250 profughi che arriveranno a inizio settembre, è spuntato uno striscione con la scritta “Epatite e colera, no grazie”.

Martedì sera la federazione provinciale di Torino di Forza Nuova ha affisso due striscioni contro l’arrivo dei migranti in provincia, uno proprio ad Alpignano e l’altro a Cavoretto. 

Quello di Alpignano fa riferimento ad una lettera inviata dalla federazione al sindaco dove si chiedevano rassicurazioni in merito allo stato di salute degli immigrati.

Mentre a Cavoretto, borgo collinare del Comune di Torino, lo striscione recita “refugees not welcome”. E’ stato posizionato presso l’ex Hotel Parco Europa dove sono stati sistemati circa 10 eritrei. Quanto fatto segue l’opera di Casa Pound.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

Torna su
TorinoToday è in caricamento