Exilles, dalla Regione una convenzione per riaprire il forte

Un incontro avvenuto tra gli assessori alla cultura, all'economia montana e il vicepresidente della Regione delinea le nuove strategie che permetteranno di mantenere aperto il monumento

Per ridurre i costi e tentare il rilancio del forte di Exilles, è stata progettata una nuova convenzione per la gestione del monumento. La decisione è stata presa al termine di una riunione tra gli assessori regionali all’economia montana, Gian Luca Vignale, l’assessore alla cultura Michele Coppola e il vicepresidente della Regione Piemonte Gilberto Pichetto Fratin.

Nella riunione si è delineata la strategia della Regione, che consiste nel riscrivere il più velocemente possibile la convenzione per la gestione del forte (attualmente in mano al Museo Nazionale della Montagna) per poter in questo modo consentire la riapertura del monumento valsusino.

L’ipotesi è quella di riaprire il forte, riducendo però le giornate di visita per contenere i costi. Il tutto in sinergia con il Museo Nazionale della Montagna e della locale Unione di Comuni, che potrà avere sede presso il Forte, in alcune stanze della struttura adibite per servizi ricettivi e culturali.

"L'obiettivo della decisione assunta oggi – sono le parole dell'assessore Vignale - è quello di rendere il Forte di Exilles un patrimonio storico, culturale e ricettivo regionale, riuscendo a trasformare quelli che oggi sono dei costi in risorse". L'assessore Coppola ricorda che "la Regione Piemonte non ha mai fatto mancare il suo impegno e il suo sostegno economico per il Forte di Exilles. Ora è giusto che si apra una nuova fase, che veda una maggiore presenza e partecipazione dei Comuni della zona".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Serata di inferno sotto la pioggia in tangenziale: due incidenti, un morto e quattro feriti

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento