Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Forconi, primo condannato per possesso di un lanciarazzi

Per Mario, disoccupato di Pianezza, si prospettano 6 mesi di carcere. La sua colpa? Quella di possedere una pistola lanciarazzi non denunciata

Le indagini relative alle proteste dei Forconi avvenute lo scorso dicembre mietono la prima vittima: si tratta di Mario P., 56 anni, disoccupato di Pianezza, condannato a 6 mesi di carcere per il possesso di una pistola lanciarazzi non denunciata. Che l'abbia brandita durante la manifestazione non vi è conferma, dato che i carabinieri l'hanno trovata nella sua abitazione nei giorni seguenti, durante alcuni controlli.

L'uomo, infatti, non è condannato per aver partecipato ai tafferugli avvenuti in Piazza Castello, maggiore teatro di scontri, ma solo del possesso dell'arma. Decise le rivendicazioni di Mario, guardia ecologica della Provincia, che dice di averla acquistata proprio per il suo lavoro: "La comprai quando avevo 18 anni. Non sapevo di doverla denunciare". Anche il suo avvocato, Annunziata Morabito, ribadisce che il suo assistito non si riconosce negli scontri avvenuti davanti al Palazzo della Regione.

In base a quanto emerge da una prima lettura dei fatti, pare che Mario non abbia ottenuto la sospensione condizionale ed, anzi, debba ritenersi fortunato poichè il pm Paola Clivio aveva chiesto per lui una condanna di 8 mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forconi, primo condannato per possesso di un lanciarazzi

TorinoToday è in caricamento