Cronaca

In arrivo i fondi europei per la valorizzazione delle residenze reali sabaude

A beneficiarne Stupinigi, La Mandria, il Castello di Casotto e Palazzo Callori

La Palazzina di Caccia di Stupinigi

Arriva ossigeno per le Residenze reali e i siti Unesco del Piemonte. La Regione ha infatti destinato 17,5 milioni di euro di fondi europei, distribuiti su diverse annualità fino al 2020, per la loro valorizzazione. In particolare si interverrà su alcuni immobili quali il Parco di Stupinigi, Borgo Castello all'interno del Parco La Mandria, Castello di Casotto di Garessio e Palazzo Callori di Vignale Monferrato: siti scelti poiché qui si erano già avviati i processi di ristrutturazione.

Nuovi spazi che, in una seconda fase, in seguito alla ristrutturazione, verranno affidati dalla Regione a soggetti ed enti terzi per lo sviluppo di nuove attività produttive in ambito turistico. "I siti Unesco e la rete delle Residenze reali - ha dichiarato Antonella Parigi, assessora alla Cultura -, patrimonio unico in Italia, potranno essere rafforzati nell'offerta culturale come in quella turistica, avviandosi così a diventare un polo attrattivo di grande rilevanza".

Nel 2017 si potranno cominciare a utilizzare 1 milione e 750mila euro mentre 7 milioni è la cifra che si impiegherà nel 2018. Per il 2019 e il 2020 si useranno 8 milioni e 750mila euro. "Come già accaduto per Museo Egizio, Venaria Reale e Museo del Risorgimento - ha aggiunto l'assessora alle Attività produttive, Giuseppina De Santis - abbiamo l'opportunità di incidere positivamente sul sistema industriale che ruota intorno a turismo e cultura".
   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In arrivo i fondi europei per la valorizzazione delle residenze reali sabaude

TorinoToday è in caricamento