Cronaca Cenisia / Corso Peschiera

"Siamo stanchi di vedere le mamme piangere i propri figli"

Dopo l'ennesimo incidente che ha coinvolto un biker in corso Einaudi, l'associazione "Tre Merli Sotto Shock" punta nuovamente il dito contro l'amministrazione. Pronto anche un nuovo flash mob

"Siamo stanchi di vedere le mamme piangere i propri figli". A tuonare così è Nico Marinelli, presidente dell'associazione 'Tre Merli Sotto Shock', dopo l'ennesimo incidente che ha coinvolto un motociclista sulle strade di Torino. Per fortuna il ragazzo di 27 anni, vittima di un tamponamento avvenuto nella serata di lunedì in corso Einaudi e medicato all'ospedale Mauriziano, sta bene.

"Sono anni che combattiamo contro gli incroci killer - continua Nico Marinelli -. Non possiamo continuare a soccorrere i fratelli bikers quando basterebbe mettere mano alla viabilità cittadina per rendere tutto più sicuro". E gli incroci definiti killer sono parecchi in città, come vi avevamo mostrato in un articolo dello scorso febbraio.

La battaglia di 'Tre Merli Sotto Shock' continua. A breve, pare a metà aprile, andrà in scena un nuovo flash mob tra corso Peschiera e corso Trapani per sensibilizzare l'amministrazione su un problema ormai quotidiano sulle strade cittadine. "Fassino deve ascoltarci - dice ancora Marinelli -. Le persone ormai vengono a chiedere a noi tutti i giorni come fare affinché cambi questa situazione intollerabile. Il sindaco deve ascoltare la nostra voce".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Siamo stanchi di vedere le mamme piangere i propri figli"

TorinoToday è in caricamento