menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Finge di aver ucciso il cognato e tempesta di chiamate le forze dell'ordine

L'uomo è stato rintracciato in centro a Torino: non ha saputo giustificare quanto accaduto. Il cognato è stato rintracciato e sta bene

Tempesta di chiamate carabinieri, vigili del fuoco e 118 dicendo di aver ucciso il cognato. Una bufala che i militari hanno scoperto subito dopo aver perlustrato l'abitazione del presunto killer a Brandizzo nella quale, però, non hanno trovato alcun cadavere.

L'autore della messa in segna, un uomo di 57 anni, è stato rintracciato a tarda notte a Torino in uno dei tanti luoghi da cui aveva fatto partire le chiamate alle forze dell'ordine. Anche il cognato è stato rintracciato e sta benissimo. Una fint,a partita alle 20 di ieri sera, quando il presunto killer ha chiamato prima i carabinieri, poi i vigili del fuoco e poi il 118 dicendo di aver ucciso il cognato e indicando la propria abitazione di Brandizzo come luogo del delitto.

Constatato che l'omicidio non esisteva i carabinieri hanno rintracciato e trovato l'uomo in centro Torino: questi non ha saputo giustificare il fatto e ora rischia una denuncia per procurato allarme.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento