menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Servono soldi per un disoccupato". Finta suora e complici truffavano i parroci

Un trio di truffatori è stato sgominato: truffavano i parroci del torinese chiedendo soldi per un disoccupato. Un membro del gruppo si fingeva una suora

Suor Angela chiedeva aiuto ai parroci del torinese chiedendo aiuto per un suo protetto che aveva appena perso il lavoro. Peccato che suor Angela non esistesse, come nemmeno il poveretto.

I carabinieri della Stazione di Piossasco hanno denunciato tre italiani per truffa: tre professionisti della stangata agli istituti religiosi che, nei mesi scorsi, hanno colpito senza sosta nelle parrocchie di tutta la provincia di Torino.  

I militari, dopo una lunga indagine, hanno identificato il trio, composto da due uomini e da una donna, tutti denunciati per truffa, falso e sostituzione di persona.

Il trio ha contattato 15 parroci, e tre truffe sono andate a buon fine. Una sedicente suor Angela chiamava i parroci, e chiedeva loro dei soldi: il parroco avrebbe dovuto sborsare 3mila euro per il disoccupato; ovviamente, con l’assicurazione di ricevere una donazione di eguale importo a nome di uno stimato avvocato torinese.

Tutto trasparente: i sacerdoti hanno rispettato gli accordi e hanno ritirato in cambio un assegno a favore della parrocchia; ma, quando sono andati in banca per ritirare i soldi, hanno scoperto la truffa: il titolo era rubato o era stato smarrito pochi giorni prima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento