Finita la protesta in corso Dante, gli operai scendono dalla gru

E' finita la protesta degli operai edili, rimasti per dieci ore in cima ad una gru in corso Dante. Hanno ricevuto delle sicurezze circa i propri pagamenti

Hanno cessato la loro protesta gli operai edili saliti su una gru di un cantiere torinese, in corso Dante, questa mattina. Il motivo della loro protesta era il mancato versamento del loro stipendio.

I sei uomini, scesi pochi minuti prima delle 19.00, hanno affermato di essere scesi perché hanno ricevuto assicurazioni circa i pagamenti. "Speriamo che siano di parola, altrimenti sono pronto a risalire sulle gru, e se ci devo tornare ci porto anche i miei figli", ha spiegato Giovanni Timofte, titolare di un'impresa artigiana con nove dipendenti.

"Siamo disperati - ha aggiunto uno degli artigiani rimastri per dieci ore sulla gru - non abbiamo più soldi, non riusciamo a pagare nemmeno le bollette. Da tempo avevamo in testa di fare questa protesta. Da novembre abbiamo avuto solo 300 euro a testa. Adesso l'impresa intermediaria ha detto che firmerà per 200mila euro, altrimenti provvederà la ditta appaltatrice, ma abbiamo paura che ci prendano in giro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • La corsa al mare dei turisti torinesi finisce col litigio con i vicini, poi sono costretti a tornare a casa

  • Scontro tra moto e auto all'incrocio: militare dell'esercito morto sul colpo

  • Allarme all'ora di pranzo: auto dei carabinieri finisce contro un negozio

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

  • Quarantena e fai da te: come tagliarsi (da sole/i) i capelli a casa

Torna su
TorinoToday è in caricamento