Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Tredici anni di polemiche. I residenti di Spina 4 contro i cantieri eterni

I comitati di zona hanno cominciato a far sentire la loro voce. Prima con una raccolta firme nel quartiere e poi con una manifestazione di protesta. Nel mirino c'è sempre quel parco che doveva essere completato a fine 2010

Una raccolta firme e una marcia di protesta. I residenti di Spina 4 hanno deciso di passare dalle parole ai fatti. Al centro delle polemiche figurano le aree di cantiere abbandonate e trascurate, un sistema d’illuminazione quasi inesistente e un parco che rimane un grosso punto interrogativo. Tredici anni di problemi e di promesse come riportato a lettere cubitali su uno dei tanti striscioni affissi in via Cigna.

Dopo la raccolta firme i cittadini hanno replicato con un nuovo presidio organizzato dai cittadini aderenti al comitato Spina 4 e al comitato Ghirlandaio. A far preoccupare è la mancata realizzazione di un parco pubblico di circa 43mila metri quadrati sull’area oggi di proprietà della Città ma un tempo occupata dallo stabilimento Iveco. La data di chiusura del cantiere era, infatti, prevista per il dicembre del 2010. Ma ad un anno e mezzo di distanza pare chiaro che qualcosa è andato storto.

Polemiche anche per l’illuminazione che doveva essere alimentata da un impianto fotovoltaico in grado di coprire l’intero fabbisogno energetico, notevolmente ridotto grazie all’uso dei led al posto delle normali lampade. Le panchine, inoltre, dovevano essere costruite in plastica riciclata. Non mancano fiumi di polemiche per il pessimo stato in cui sono ridotti i marciapiedi e per il ritorno di qualche tossico dal vicino Sempione. Fra le proteste figura anche quella contro la possibile realizzazione di un’antenna radiomobile in piazza Ghirlandaio. Senza dimenticare la sporcizia e un’area abbandonata che avrebbe dovuto ospitare un altro supermercato.



"Dopo aver raccolto centinaia di firme abbiamo deciso di manifestare davanti alle aree di cantiere incriminate – raccontano i residenti della zona -. Ci piacerebbe vivere in un quartiere pulito, senza transenne e progetti incompiuti. Ma tutto questo oggi non sembra davvero possibile". Riferimento chiaro ai cantieri eterni, alle opere mai terminate e a qual parco che i residenti di via Valprato, Cervino e Cigna attendono da una vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tredici anni di polemiche. I residenti di Spina 4 contro i cantieri eterni

TorinoToday è in caricamento