Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Aurora / Via Perugia

Caos Eurofidi, dopo la messa in liquidazione negli uffici entra la finanza

Blitz nella sede del consorzio. Gli agenti sequestrano alcuni documenti: nel mirino i bilanci degli ultimi due anni

Immagine di repertorio

Negli uffici di via Perugia di Eurofidi, il consorzio messo ieri in liquidazione, oggi sono entrati gli uomini della Guardia di Finanza su disposizione della Procura. Acquisizione di documenti per procedere all’accertamento del buco milionario che ha decretato la fine della società partecipata.

Appena ieri, giovedì, il Cda di Finpiemonte votava a favore della liquidazione (con l’astensione della Cassa di risparmio di Savigliano) segnando il destino di oltre 200 dipendenti, imprese associate, istituti di credito e il socio pubblico. L’alternativa era la ricapitalizzazione.  

Le fiamme gialle - nucleo di polizia tributaria - acquisiscono i bilanci della società, i rapporti degli advisor e le comunicazioni tra il confidi e Bankitalia. Gli accertamenti riguardano i documenti di bilancio relativi agli ultimi due anni e le motivazioni che durante l'assemblea di ieri hanno convinto il cda ad avviare la procedura di liquidazione.

Ma sembra non essere tutto. Probabilmente gli inquirenti indagheranno sugli “extra” (feste, regali, viaggi) che hanno offuscato la regolarità della gestione della società di confidi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos Eurofidi, dopo la messa in liquidazione negli uffici entra la finanza

TorinoToday è in caricamento