rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Filmava la figlia sotto la doccia: condannato a otto anni e dieci mesi

La pena ha superato quella richiesta dall'accusa

Si è concluso con una condanna a otto anni e dieci mesi di reclusione il processo al musicista di strada 53enne musicista di strada di Torino accusato di avere filmato con una telecamera nascosta la figlia 16enne sotto la doccia e a letto, conservando poi le immagini sul computer e venendo scoperto dalla moglie nel 2019.

La sentenza è stata pronunciata venerdì 8 aprile 2022 dal collegio tribunale di Torino presieduto dal giudice Immacolata Iadeluca. La pena ha superato quella della richiesta dell'accusa, sostenuta dal pm Lisa Bergamasco, che si era fermata a sette anni e mezzo.

I giudici hanno riconosciuto l'uomo colpevole sia di detenzione e produzione di materiale pedopornografico che di maltrattamenti in famiglia per le violenze nei confronti della moglie e dei due figli maschi. Tutti, compresa la ragazza, sono stati assistiti, come parte civile nel processo, dall'avvocato Valentina Colletta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filmava la figlia sotto la doccia: condannato a otto anni e dieci mesi

TorinoToday è in caricamento