Colpisce il padre con un cacciavite, poi tenta di suicidarsi

Entrambi ricoverati

immagine di repertorio

Tentato omicidio seguito da un tentato suicidio nella mattinata di oggi, martedì 10 ottobre 2017, a Frossasco.

Un italiano di 32 anni, disoccupato, ha aggredito il padre di 68 anni, pensionato, colpendolo con un cacciavite alle spalle, nella parte alta vicino al collo. Subito dopo si è inferto dei colpi al petto poco profondi. Sembra che il tutto sia avvenuto per un raptus, senza un motivo scatenante.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Pinerolo e personale del 118, che ha trasportato all’ospedale Agnelli di Pinerolo sia il padre che il figlio.

Il padre, avendo riportato lievi ferite, è stato dimesso poco dopo. Il figlio, invece, a causa di una complicazione dovuta ai fendenti che si è inferto, è stato ricoverato in prognosi riservata e trasportato all’ospedale Mauriziano di Torino. Il 32enne è stato denunciato a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

Torna su
TorinoToday è in caricamento