Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Fiat dice addio a Torino, con Chrysler è al settimo posto nel mondo

Ultima assemblea ordinaria di Fiat a Torino: il gruppo lascia la città per trasferirsi in Olanda. Fiat-Crysler, insieme, sono al settimo posto nel mondo come produttori di auto

Ultima assemblea ordinaria in Italia di Fiat: la fabbrica torinese si sposta definitivamente in Olanda, nella quale avrà sede la nuova Fca, società nata dopo l’acquisto di Chrysler. John Elkann ha detto di non essere nostalgico, e che suo nonno avrebbe pensato che la fusione Fiat-Chrysler sarebbe stata positiva: Torino, ha aggiunto, non soffre.

Sergio Marchionne ha poi preso la parola ricordando che Fiat e Chrysler, nel 2003, erano piazzati al decimo ed al dodicesimo posto tra i produttori mondiali di auto: oggi, con Fca, sono in settima posizione. Le due aziende, ha sottolineato, un tempo erano in rosso, mentre ora hanno un fatturato utile di 3.4 miliardi. L’obiettivo? Per il 2018, Fiat potrà produrre più di sei milioni di auto.

Marchionne ha poi spiegato come si mediti di sviluppare il mercato anche in Cina, dove “si è partiti in ritardo”, ma dove si vuole recuperare terreno, grazie all’appoggio di Chrysler. Nel suo discorso, Marchionne ha anche fatto una parentesi politica per parlare di Renzi e del nuovo governo, affermando che bisogna dar tempo al premier di portare avanti le riforme necessarie. “Lo sta chiedendo il mondo intero”, ha detto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat dice addio a Torino, con Chrysler è al settimo posto nel mondo

TorinoToday è in caricamento