Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Bertone: trovato l'accordo con i sindacati. "Sì all'investimento"

Dopo molte ore di discussione in Assessorato l'accordo è stato trovato e l'investimento da 500 milioni di euro per realizzare la piccola Maserati ci sarà

C'è stato il nuovo incontro tra i sindacati e la Fiat per quanto riguarda la ex Bertone. All'Assessorato regionale al Lavoro le discussioni dopo poco si sono bloccate come due giorni prima: l'azienda, infatti, chiedeva che la rinuncia ai ricorsi legali venisse messa a verbale nella procedura di cassa integrazione straordinaria per ristrutturazione e non, come proposto dalla Regione, in una dichiarazione a parte.

Alla fine però si è giunti alla conclusione tanto attesa: l'investimento da 500 milioni di euro per realizzare la piccola Maserati alla ex Bertone è confermatoFiat e sindacati hanno raggiunto, con la mediazione dell'assessore regionale Claudia Porchietto, l'accordo per la proroga di un anno della cassa integrazione straordinaria per ristrutturazione per i 1.077 lavoratori, a partire dal 19 novembre. Per la Fiom hanno firmato gli ex delegati che avevano già sottoscritto l'accordo di maggio, quello che prevede l'estensione a Grugliasco del contratto di Pomigliano.

BELLONO, FIOM "I nostri ex delegati - spiega il segretario generale della Fiom torinese - hanno firmato con le stesse motivazioni e lo stesso senso di responsabilità con cui avevano sottoscritto l'intesa di maggio. Non si sono sottratti per non fornire alibi o pretesti all'azienda"

AIELLO, UILM "Con atto di responsabilità - afferma Flavia Aiello della Uilm torinese - abbiamo firmato l'accordo che consente di fare partire la cassa integrazione per ristrutturazione. Sono felice per i lavoratori. La produzione della Maserati a Grugliasco conta molto per Torino"

ARAGONA, FISMIC "L'intesa è positiva perché consente di salvaguardare circa 1.100 posti di lavoro"

CAGLIERO, FIM "Finalmente ha prevalso il buon senso delle parti - osserva Margot Cagliero della Fim di Torino - sullo scontro tra Fiat e Fiom. Ci aspettiamo che l'azienda metta subito in moto l'investimento. Il nostro pensiero è sempre stato rivolto ai 1.077 lavoratori"


ASSESSORE PORCHIETTO "Sono molto soddisfatta. Ho detto subito che non tifavo per nessuno, ma che l'investimento non poteva saltare e il lavoro doveva essere salvaguardato. Il confronto - spiega l'assessore regionale - era difficile. Per questo ho chiesto di sospendere il tavolo tecnico e sono intervenuta. Ringrazio tutto il sindacato: la parte che già condivideva non ha alzato la tensione e tutti sono stati molto corretti"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bertone: trovato l'accordo con i sindacati. "Sì all'investimento"

TorinoToday è in caricamento