rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Mirafiori Nord

Fiat: la Fiom chiede un tavolo al governo per i lavoratori

E' Giorgio Airaudo ad appellarsi alle massime autorità per dare garanzie agli operai di Termini Imerese e di Mirafiori: "Non esiste più un piano produttivo di riferimento, l'azienda ha le mani libere"

Giorgio Airaudo, responsabile Auto della Fiom, ha chiesto che il governo convochi un tavolo per non lasciare da soli i lavoratori di Termini Imerese e di Mirafiori. "E' evidente - sostiene Airaudo - che non esiste più un piano produttivo di riferimento. L'azienda ha ottenuto di avere le mani libere rispetto al Paese e a Torino e si comporta di conseguenza".

"Per vedere tutti i suoi attuali dipendenti occupati e gli spazi utilizzati in modo produttivo - osserva Airaudo - Mirafiori ha bisogno di prodotti sofisticati che siano giustificati dal punto di vista dei volumi. Altrimenti è evidente che si prepara un nuovo ridimensionamento dello stabilimento. Se fosse vero che all'Italia è destinata solo la produzione di auto a basso margine, come la Panda e la Citycar, le prospettive restano incerte".


(ANSA)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat: la Fiom chiede un tavolo al governo per i lavoratori

TorinoToday è in caricamento