menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Faccolata per il lavoro del 10 maggio: l'appello delle sigle sindacali

Cgil, Cisl e Uil chiedono di portare una candela. "Torino è il territorio più colpito dalla crisi"

Cgil, Cisl e Uil lanciano un appello ai torinesi perché partecipino al corteo di venerdì, portando una candela per una grande fiaccolata per il lavoro. “Da Torino, il territorio più colpito dalla crisi, dobbiamo, insieme, rivendicare a gran voce il lavoro. Senza lavoro non c'é libertà e diventa fragile la democrazia. Di sola austerity muore il lavoro".

Il corteo partirà alle 20.30 da piazza Castello, per snodarsi poi in via Po, piazza Vittorio, Murazzi, corso San Maurizio, Giardini Reali, e ritornerà in piazza Castello, davanti alla Prefettura.

100mila sono i disoccupati nella sola provincia di Torino, secondo i sindacati. "Centinaia di imprese, cantieri, negozi e servizi hanno chiuso o sono falliti; molti non riapriranno più lasciando un vuoto di lavoro, di saperi, di competenze e di reddito. E' in corso una vera de-industrializzazione del nostro territorio che si accompagna al blocco dei lavori nell'edilizia e alla riduzione di imprese e cooperative per il taglio delle risorse al welfare", fanno sapere. "Dopo cinque anni - affermano - non c'é alcun segnale di inversione di tendenza, anzi si peggiora: è tempo di cambiare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento