Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Falchera / Strada Provinciale di Cuorgnè

Feste e bivacchi vicino alla stazione Stura. Il quartiere si ribella

Il giardino presente vicino a strada provinciale di Cuorgnè è diventato il punto di ritrovo per gli amanti dei festini. I residenti non lo utilizzano più e persino i ragazzi della zona si tengono lontani

Bivacchi notturni, musica e una serie di festini a base di alcool e droga. Non parliamo di case abbandonate occupate ma di un semplice giardino presente tra strada provinciale di Cuorgnè, corso Vercelli e la stazione Torino - Stura. La denuncia, anche questa volta, arriva dai residenti del quartiere Rebaudengo che di recente hanno deciso di segnalare alle istituzioni l’ennesimo viavai sospetto dinnanzi alle loro abitazioni.

Un traffico sospetto che si registrerebbe soprattutto nei fine settimana, tra sabato notte e domenica mattina. I vandali che nei giorni scorsi hanno passato la notte nei pressi della stazione hanno devastato il campetto da calcio riducendolo ad una discarica di cocci e bottiglie di birra vuote. Distrutte anche le assi, le reti di protezione e la pista da skate.

Per terra, ancora ieri mattina, si poteva fare la conta delle bottiglie, dei cartelli divelti e delle valanghe di rifiuti presenti in lungo e in largo, tra la strada e i pochi cestini presenti. Senza contare i danni alle recinzioni e agli alberi. Qualcuno, infatti, ha pensato bene di spezzare i rami per appiccare dei piccoli fuocherelli. Utili – se così si può dire – per arrostire un po’ di carne.



Una escalation incredibile di atti vandalici che ha finito per tenere lontani i bambini della zona e di conseguenza anche le mamme e i nonni. Ma persino i ragazzi che all’ora di pranzo escono dai vicini istituti tecnici si guardano bene dal recarsi in quel giardino per tirare quattro calci al pallone o per mangiare un panino e bere una bibita in compagnia. "Il campo da calcio è praticamente inutilizzabile – racconta un ragazzo di 17 anni -. L’area è pericolosa, priva di illuminazione e spesso le panchine sono occupate dagli ubriaconi o dai clochard. Tuttavia nessuno si decide ad intervenire". Polemici anche i residenti del quartiere. "Basterebbe effettuare qualche controllo in più – spiega uno degli anziani che hanno sollevato la polemica -. Almeno per tenere lontani i malintenzionati e i delinquenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feste e bivacchi vicino alla stazione Stura. Il quartiere si ribella

TorinoToday è in caricamento