Cronaca

Festa dei nonni, a Torino il sindaco Fassino premia gli anziani volontari

Torino per le grandi manifestazioni, può contare su un corpo di 45 mila volontari la cui età media si aggira attorno ai 68 anni. E l'entusiasmo a loro non manca di sicuro

Un gruppo di nonni vigile torinesi

Domani 2 ottobre è la Festa dei Nonni e Torino la celebrerà con il premio "In silenzio per gli altri", un riconoscimento simbolico consegnato dal Sindaco, Piero Fassino, e dal Presidente del Consiglio, Giovanni Porcino, ad un gruppo di nonni che in città, si sono distinti nelle attività di volontariato. Già perchè forse non tutti lo sanno ma il capoluogo sabaudo è una delle città con l'età media della popolazione più alta: oltre il 30% è al di sopra dei 65 anni. Ai cosiddetti "anziani" però non mancano l'entusiasmo e la voglia di vivere e di sentirsi utili.

Cesare Palenzona è presidente del Consiglio dei Seniores, organismo voluto dall'allora Sindaco Valentino Castellani, che si occupa del mondo dell'anzianato e che ha stretti rapporti con il Comune di Torino: "I grandi eventi in città sono resi possibili anche e soprattutto grazie all'azione di volontariato degli anziani - ha specificato -. Siamo sempre stati presenti per le occasioni più importanti: ricordiamo una manifestazione indimenticabile, quella olimpica del 2006 durante la quale il corpo dei volontari era costituito da 25 mila persone e nella stragrande maggioranza da anziani".  E quella del volontariato è diventata una buona abitudine per i torinesi di una certa età che, con la loro azione, sono presenti ad ogni manifestazione di rilievo sul territorio della città. E' ragionevole pensare che il grande corpo dei nonni volontari a Torino si aggiri attorno alle 45 mila unità e che l'età media si assesti sui 68 anni.   

Il prossimo grande evento che interesserà il capoluogo, ad esempio, sarà l'ostensione della Sindone in programma per la primavera 2015 e i volontari iscritti sono già quasi 2 mila, il 70% dei quali di età superiore ai 65 anni. Ma c'è da scommettere che ne arriveranno ancora: entro il 31 ottobre infatti l'Arcidiocesi recluterà altre 1500 "giacchette viola".  "Ho incontrato personalmente alcuni volontari della Sindone - ha dichiarato il Vice Sindaco Elide Tisi - e ho notato la loro età elevata e il loro immenso entusiasmo. Spesso quando si parla di anziani non gli si dà l'importanza che meritano, in termini di apporto alla società. Invece per le famiglie e per la città sono un incommensurabile valore aggiunto e noi, come amministrazione, dovremmo riuscire a fare di più per loro, cominciando da una maggiore attenzione verso i loro bisogni".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa dei nonni, a Torino il sindaco Fassino premia gli anziani volontari

TorinoToday è in caricamento