Cronaca

Istituto Zooprofilattico, realtà “rosa”: unica in Italia ad avere un direttore donna

Maria Caramelli è a capo di una complessa macchina che conta 444 dipendenti su tre regioni

Maria Caramelli

All’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Torino la Festa dell’8 marzo assume il significato di un traguardo raggiunto. Il 72% dei dipendenti è donna: veterinarie, biologhe, chimiche, tecniche di laboratorio, informatiche, statistiche e personale amministrativo. L’Istituto è tra le realtà torinesi con il più alto tasso di occupazione femminile altamente qualificata. 

Inoltre, fra i 10 Istituti Zooprofilattici italiani, quello di Torino è l’unico ad avere un Direttore Generale donna, Maria Caramelli. Il direttore è a capo di una complessa macchina che ha 444 dipendenti su tre regioni (Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta), con 10 sezioni diagnostiche periferiche. “Lavoriamo per la tutela della salute dei cittadini – ricorda Maria Caramelli – attraverso due aree di attività: la protezione della salute degli animali e il controllo della sicurezza degli alimenti. Un compito di grande rilievo sociale ed economico, che da noi è declinato quasi completamente al femminile. Un bell’esempio di come le donne sappiano farsi strada in professioni impegnative”.

Fra gli ultimi incarichi particolarmente delicati affidati all’Istituto, quello di vigilare sulla salubrità dei 48 mila pasti serviti ogni giorno nelle mense scolastiche di Torino e il controllo della diffusione del virus Zika.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituto Zooprofilattico, realtà “rosa”: unica in Italia ad avere un direttore donna

TorinoToday è in caricamento