Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Vanchiglia / Corso Belgio

Saltata la festa di Carnevale in zona Vanchiglia si teme la stessa cosa per il 5 maggio

Un problema burocratico ha costretto il Comune di Torino a negare le autorizzazioni. La festa, tuttavia, potrebbe essere rinviata alla fine del mese. Intanto si teme per la festa del 5 maggio in cui è prevista una sfilata in corso Belgio

Niente festa di Carnevale per Vanchiglia e il quartiere protesta. I commercianti di corso Belgio hanno deciso di schierarsi contro la scelta del Comune di negare le autorizzazioni per il vernissage di febbraio. Permesso che al contrario sarebbe stato accordato soltanto per la festa della Pellerina. Una decisione che in molti non hanno apprezzato. “Ringraziamo il presidente della circoscrizione per averci provato sebbene fossimo un po’ stretti con i tempi – spiega uno dei commercianti di corso Belgio che preferisce rimanere nell’anonimato -. Abbiamo presentato la nostra domanda a febbraio, sapevamo che potevano sorgere degli imprevisti. Tuttavia qualcuno sta cercando di fare ostruzionismo anche per il prossimo appuntamento, quello di maggio”.

Il giorno 5, infatti, corso Belgio dovrebbe indossare abiti medioevali per un evento che il quartiere attende da mesi. E la Sette si è già dichiarata disposta a fare l’impossibile per accontentare il borgo. “Questa volta è andata male. Il Comune ha autorizzato un solo Carnevale – dichiarano il presidente Emanuele Durante e la coordinatrice al Commercio Valentina Cremonini -. Abbiamo provato a vedere se c’erano i tempi tecnici per organizzare una festa di via promossa dalla circoscrizione ma questo non è stato possibile. L’evento, tuttavia, è solo stato posticipato di un paio di mesi”.

Non dello stesso parere, invece, i consiglieri della minoranza. Secondo il capogruppo del Pdl della Sette Franco Poerio la circoscrizione ignorerebbe il regolamento per le feste di via. “Il regolamento parla chiaro. Bisogna presentare un progetto novanta giorni prima se partecipano gli ambulanti, sessanta se non partecipano – chiosa Poerio -. Per la festa di marzo non c’erano i tempi. E se vogliamo essere sinceri la richiesta per maggio è arrivata oltre il tempo stabilito”. La domanda, infatti, sarebbe stata presentata il 20 febbraio. “Ben vengano queste iniziative ma noi vogliamo il rispetto delle regole – conclude Poerio -. Regole che neanche la circoscrizione sembra conoscere”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saltata la festa di Carnevale in zona Vanchiglia si teme la stessa cosa per il 5 maggio

TorinoToday è in caricamento