Cronaca

Da ferrovie abbandonate a piste ciclabili: ecco le tratte in provincia di Torino

FS pubblica l'Atlante delle linee ferroviarie dismesse per trasformarle in ciclovie. La nostra provincia è interessata da due tratte

Un ponte sulla Bricherasio-Barge

Bricherasio (TO)-Barge (CN)

Lunga circa 12 km, fu realizzata nel 1885 come diramazione della linea Pinerolo-Torre Pellice nella stazione di Bricherasio (linea ad oggi in esercizio), in modo da consentire a Barge di avere il collegamento ferroviario con Torino per trasportare materiali lapidei (gneiss) e minerali di quarzo estratti nelle zone tra Barge e Bagnolo Piemonte. Scarsamente utilizzata sia per le merci sia per i passeggeri, il servizio viaggiatori fu soppresso nel 1966. Nel 1970, a seguito dell’esaurirsi del filone delle merci, la Bricherasio-Barge venne chiusa al traffico: la linea fu dismessa definitivamente nel 1984.

Il tracciato è rettilineo fino alla stazione di Bagnolo Piemonte, diventando poi tortuoso nel successivo tratto fino a Barge, anche se la pendenza, mediamente del 3 per mille, non è particolarmente elevata.

Nel 2010 la sede ferroviaria nel tratto Bricherasio-Campiglione-FenileBibiana, a cura della Provincia di Torino nel cui ambito ricade la tratta in questione, è stata trasformata in pista ciclabile asfaltata per circa 5 km, fino al confine con la Provincia di Cuneo, prima di Bagnolo; è allo studio la realizzazione del proseguimento della pista verso Barge, fortemente sostenuta dal Comune di Bagnolo Piemonte per il tratto di competenza.

Sono molte le opere d’arte presenti lungo la linea; tra tutte si annoverano come le più importanti il ponte in muratura a 5 archi di 16 m di luce ciascuno (per una lunghezza totale di circa 100 m) sul Torrente Pellice al km 0,955, e il ponte a 3 archi sul Torrente Grana al km 7,982 (circa 18 m di lunghezza). I Comuni interessati dal percorso sono Bricherasio, Fenile, Campiglione, Bibiana, Bagnolo e Barge.

Bricherasio-Barge-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da ferrovie abbandonate a piste ciclabili: ecco le tratte in provincia di Torino

TorinoToday è in caricamento