Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Lancio lacrimogeni e petardi al corteo, sei persone fermate

Il lancio di petardi e bombe carta ha portato al fermo di ben 6 persone, studenti pregiudicati, disoccupati e minorenni. Feriti almeno 5 funzionari

E' di sei persone fermate e cinque funzionari feriti il bilancio delle tensioni che si sono verificate stamane durante il corteo della Fiom-Cigl in piazza Castello, a Torino.

In particolare le persone fermate sono state deferite all'Autorità Giudiziaria per i reati di resistenza, violenza a Pubblico Ufficiale aggravata dal lancio pericoloso di oggetti. Due delle sei persone ferite sono studenti, uno è disoccupato, uno è un operaio con numerosi precedenti penali per spaccio di stupefacenti, rapine e furti. Altri due, invece, sono studenti minorenni, di cui uno italiano ed uno straniero.

Oltre ai tre operatori del Reparto Mobile feriti, ha riportato una lesione conseguente al lancio di una bomba carta anche un altro funzionario, che aveva la responsabilità di alcuni contingenti assegnati alla protezione dei luoghi in cui si svolgerà il vertice internazionale. Raggiunto da una bomba carta anche il Vicario del Questore di Torino che si trovava davanti allo schieramento delle Forze di Polizia, per sovrintendere i servizi di ordine e sicurezza pubblica.

Il funzionario è stato colpito dall’ordigno alla gamba sinistra, riportando una lesione giudicata guaribile in non meno di 15 giorni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lancio lacrimogeni e petardi al corteo, sei persone fermate

TorinoToday è in caricamento