Cronaca

Il 2012 se ne va, tutto quello che c'è da ricordare degli ultimi 12 mesi

Riviviamo i fatti e i misfatti dell'anno che sta per concludersi. Tutti i più importanti fatti di cronaca, politica e sport per ricordare quello che è successo nel 2012

Il 2012 sta giungendo al termine per lasciare spazio al nuovo anno, il 2013. Come ogni anno la nostra mente torna indietro e ripensa a cosa ci è accaduto negli ultimi 12 mesi, alle cose belle e anche a quelle brutte che, speriamo, di buttarci alle spalle.

Noi in un unico articolo vi aiutiamo a ricordare i fatti e i misfatti dell'anno appena passato, rivivendo ciò che è accaduto nella città di Torino e in provincia. Cronaca, politica e sport, sono tanti gli avvenimenti che meritano di essere ricordati, tutti avvenuti nel 2012.

IL MALTEMPO
Il 2012 si apre all'insegna della neve e del freddo. Una stagione così non si registrava da anni e i problemi in città e in provincia sono all'ordine del giorno. Strade ghiacciate, disagi sulla rete ferroviaria ed enigma sull'apertura o meno delle scuole solo solo alcune delle cose a cui l'amministrazione del sindaco Fassino, dei sindaci della provincia e dell'amministrazione del governatore Cota devono occuparsi. La temperatura di certo non aiuta e a cavallo tra gennaio e febbraio Torino oscilla intorno ai -10 gradi, peggio in provincia dove in alcune zone (Carmagnola in primis) si arriva anche a -25 gradi. Tra i disagi causati dalle temperature rigide si annota anche la chiusura di alcuni reparti dell'ospedale Molinette: ufficialmente per ristrutturazione della centrale termica aziendale, per altri invece si tratta di altro.


TERREMOTI
Alle 23.37 del 26 febbraio in quasi tutto il Piemonte la terra trema. Con l'epicentro nelle Alpi Cozie e con un'intensità di 4.9 sulla scala Richter, la scossa è avvertita soprattutto nelle zone al confine con la Francia. Centinaia le chiamate ai Vigili del Fuoco di persone spaventate per quella che è stata solo la prima di diverse scosse di terremoto registrate nel 2012. La seconda 3 giorni più tardi, questa volta alle 6.44 di mattina.sismografo_original

A maggio il sisma colpisce l'Emilia Romagna. Le fortissime scosse si avvertono distintamente anche nel torinese. Prima il 20 maggio, poi - e soprattutto - il 29 maggio. In entrambi i casi la Protezione Ambiente piemontese prova a rassicurare le migliaia di persone spaventate per quel che vedono in tv e leggono sui giornali. Anche Cota precisa: "Nessun allarme in Piemonte".

L'ultima scossa, quella che ricordano il maggior numero di piemontesi, è quella del 3 ottobre scorso alle 11.20. La terra ha tremato nel cuneese a due chilometri di profondità con una magnitudo di 4.5. Nel saluzzese per prevenzione due scuole elementari presenti vengono sgomberate. Danni registrati in diverse zone.

OMICIDIO-SUICIDIO A GIAVENO: PADRE UCCIDE FIGLIO
carabinieri_14_original-2Tragedia in provincia di Torino il 27 febbraio. Adriano Maero, un commerciante di 48 anni, uccide il figlio William di 18 anni e poi si toglie la vita. L'omicidio-suicidio avviene nella casa dove i due abitano con la madre, in quel momento non presente in casa. La stessa donna, interrogata dagli inquirenti, rivela che prima che il marito compisse quel gesto folle avevano litigato per l'ennesima volta. Tra i due coniugi aleggiava lo spettro della separazione e Adriano Maero non riusciva ad accettarlo.

luca abbaNO TAV: INCIDENTE LUCA ABBA' A CHIOMONTE
Le proteste contro la costruzione della linea ad alta velocità tra Torino e Lione il 27 febbraio si arricchisce di un incidente che sarebbe potuto costare molto caro all'attivista Luca Abbà. Salito su un traliccio a Chiomonte in segno di protesta contro gli espropri, è caduto dopo aver toccato alcuni fili elettrici. Fin da subito in pericolo di vita Luca Abbà è stato soccorso in elicottero e portato all'ospedale Cto di Torino, dove è stato curato e si è ripreso. All'interno del Centro Traumatologico rimane fino al 18 giugno.

VIDEO: LA CADUTA DI LUCA ABBA'

L'episodio scatena polemiche infinite. Da una parte ci sono i No Tav che accusano gli agenti di Polizia per quel che è successo al loro compagno e per i ritardi dei soccorsi, dall'altra ci sono i politici che invitano a non strumentalizzare l'incidente per altre questioni. Uscito dall'ospedale, Luca Abbà è tornato a Chiomonte il 29 ottobre.

AGGRESSIONE AL CONSIGLIERE ALBERTO MUSY
Il 21 marzo l'ex candidato sindaco e consigliere comunale dell'Udc Alberto Musi subisce un agguato sotto casa, appena musy-2-2fuori dall'androne. Un uomo, con il volto coperto da un casco nero, gli spara diversi colpi di cui uno alla tempia, e poi scappa. Musy è soccorso da un vicino di casa e le uniche parole che riesce a dire sono "mi hanno seguito". Trasportato subito all'ospedale Molinette le sue condizioni risultano da subito critiche. La caccia all'aggressore si apre da subito, ma oltre a pochissimi dettagli ed un video diffuso su tutti i media non si riesce a scoprire null'altro. Ancora oggi le ricerche sono aperte.

Tutto il mondo della politica dimostra solidarietà nei confronti del collega aggredito e a settembre viene organizzata una manifestazione per Alberto Musy. La moglie coglie l'occasione per ribadire il concetto detto più volte: "Chi sa, parli".

JUVE CAMPIONE D'ITALIA, TORO IN SERIE A
Il 2012 è l'anno di Torino. Intesa come città calcistica. Juventus e Torino sorridono, ottengono successi e il pallone sa' un po' più di gianduia. Con Antonio Conte la Signora vola e il guerriero Arturo Vidal è il simbolo di una squadra che non molla un centimetro. La marcia bianconera continua, Del Piero supera la 700 presenze e contro la Lazio segna quello che per molti è il gol Scudetto. A Trieste, contro il Cagliari, la Juve vince e si riprende il Tricolore. Il primo successo dopo il 2006. Per qualcuno è lo Scudetto della terza stella. Nel frattempo nella penultima giornata del campionato di Serie B Win, il Torino trova la vittoria contro il Modena per 2 a 0 ma soprattutto ritrova la Serie A dopo la retrocessione del campionato 2008-2009. Il Toro scatenato ha in Giampiero Ventura il suo condottiero. La città si tinge di granata.

 


 

CALCIOSCOMMESSE: CONTE SQUALIFICATO
L'estate bianconera viene turbata dal calcioscommesse. Filippo Carobbio mette nei guai Antonio Conte. L'allenatore bianconero viene squalificato. A Pechino, in Supercoppa contro il Napoli, allena Carrera: la Juve vince il trofeo. In campionato i bianconeri tornano a volare, in Champions League arriva il passaggio del turno e Conte torna in panchina. A proposito di allenatori. Il Torino tra qualche alto e troppi bassi galleggia nelle zone medio basse della classifica. La rosa è mediocre ma Ventura fa i miracoli nonostante un piccolo malore dopo Toro-Milan.

SCANDALO IN REGIONE PER LE SPESE DEI CONSIGLIERI
Il 28 settembre si apre una nuova pagina di politica. Questa però non riguarda l'amministrazione in sé, ma i conti dei gruppi consiliari in Regione. La Guardia di Finanza irrompe in mattinata nei palazzi dove vengono tenuti i conti dei consiglieri. Inizia ufficialmente anche in Piemonte il controllo delle spese con soldi pubblici. giovine_1_originalPassano due mesi e mezzo e l'inchiesta si apre di un nuovo capitolo: quattro consiglieri regionali - Michele Giovine della lista 'Pensionati per Cota', Andrea Stara di 'Insieme per Bresso', Maurizio Lupi dei 'Verdi Verdi' e Eleonora Artesio del gruppo 'Per la Federazione Sinistra Europea' - vengono iscritti nel registro degli indagati per spese irregolari per quasi 270 mila euro. Giovine, interrogato, non risponde. Lupi, accusato di aver acquistato alcuni videogiochi con soldi non propri, dice che questi servivano per "intrattenere figli e nipoti degli invitati quando organizzavamo riunioni o momenti di approfondimento del gruppo".

Attendere un istante: stiamo caricando il sondaggio...

Caricamento in corso ...

Sondaggio

Qual è il fatto dell'anno del 2012 a Torino?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 2012 se ne va, tutto quello che c'è da ricordare degli ultimi 12 mesi

TorinoToday è in caricamento