Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Anche a Torino i farmaci vengono consegnati a domicilio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Da oggi anche a Torino nasce il progetto "FarExpress-Consegna Farmaci a Domicilio" che si propone di individuare ed applicare una nuova metodologia di assistenza sanitaria, economicamente sostenibile, tesa a fornire un servizio di ritiro documentazione sanitaria e consegna a domicilio dei farmaci all'interno della città di Torino e Provincia.

Da un attento e complesso studio di mercato, si è potuto evincere che i farmaci rappresentano un bene di primissima necessità ma difficilmente reperibile in particolare per quei soggetti, quali gli impiegati ed i lavoratori in generale, che sono impossibilitati a muoversi dalla propria sede di lavoro. La FarExpress Torino ha così deciso di proporre un servizio domiciliare capillare volto a soddisfare questa esigenza importante delle famiglie.

La Farexpress vuole essere punto di riferimento dei servizi sanitari in ambito domiciliare, sostituendosi al parente prossimo delle famiglie italiane. Il progetto non si pone in competizione con le attività delle farmacie, ma punta proprio sulla loro collaborazione attiva, necessaria per il successo dell'attività. Il cittadino che vorrà usufruire di questa opportunità potrà sottoscrivere una tessera annuale che dà diritto all'ottenimento di vari servizi, tra i quali sono inclusi anche prestazioni infermieristiche domiciliari, prenotazione analisi ed esami radiologici ed ecografici presso i centri convenzionati, visite specialistiche e servizio ambulanza.

FarExpress è partner ufficiale dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti.

La messa a punto dell'iniziativa su tutto il territorio nazionale - è stata realizzata con il concorso di diversi soggetti istituzionali e sociali a cui sono riconosciute dalla legge particolari funzioni e che sono chiamati al rispetto della normativa vigente, per quanto riguarda la consegna dei farmaci, della gestione delle documentazioni sanitarie e della tutela della privacy di ogni cittadino.

«Per aumentare la qualità dei servizi offerti all'interno della nostra Regione - ha detto il responsabile del progetto, dott.Alessandro Basso - non è necessario solo preservare i servizi esistenti, ma inserirne anche dei nuovi che contribuiscano a migliorare il livello di qualità e di efficienza venendo incontro al bisogno dei cittadini, che già vivono una condizione di disagio quando sono chiamati a procurarsi le documentazioni sanitarie necessarie e di reperire farmaci in qualunque momento».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Torino i farmaci vengono consegnati a domicilio

TorinoToday è in caricamento