Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

La famiglia di Vito Scafidi cita la Provincia in giudizio

La famiglia di Vito Scafidi, lo studente ucciso quattro anni fa dal crollo di un soffitto del liceo Darwin a Rivoli, ha citato in giudizio la Provincia. "Non per denaro, ma per giustizia"

La famiglia di Vito Scafidi "non cerca denaro, ma giustizia". A dirlo è l'avvocato della famiglia del ragazzo morto, quattro anni fa, dal crollo di un soffitto del liceo Darwin a Rivoli. I familiari hanno deciso di citare in giudizio la Provincia. In particolare il papà e la sorella di Vito e i nonni. La mamma è rimasta parte civile nel processo penale contro sette imputati, dei quali soltanto uno è stato condannato in primo grado.

Per la fine del 2012 è previsto l'appello. "I miei clienti - spiega l'avvocato Ambrosio - hanno rifiutato le somme offerte dalla controparte perché vogliono che sulla Provincia si esprima un tribunale". La richiesta di risarcimento, di cui non è stata rivelata la cifra, "moltiplica - spiega l'avvocato - il massimale delle tabelle stabilite dal Tribunale di Milano, riferimento per tutta Italia, perché riteniamo che questo caso abbia una grande particolarità e non ne esistano di analoghi. Parliamo di concetti nuovi che potrebbero fare giurisprudenza, quali il danno patrimoniale aggravato non differenziato e il danno aggravato dalla condotta".


La gravità della vicenda, a detta del legale, è che "la Provincia sapeva che le strutture non erano a norma e che non ha fatto nulla per metterle a posto. Non possiamo accettare il massimo di un danno normale". (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La famiglia di Vito Scafidi cita la Provincia in giudizio

TorinoToday è in caricamento