Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Disavventura per due famiglie spezzine a Torino per festeggiare la Juve

Sono partiti domenica mattina con un pulmino affittato e avrebbero dovuto prendere i biglietti fuori dallo stadio grazie ad un gancio. Ma la fregatura li stava aspettando dietro l'angolo. Parecchi soldi spesi senza neanche vedere la partita

Avevano messo in preventivo di spendere qualche centinaio di euro per poter vedere la partita della Juventus allo stadio e per poter dire "io c'ero" alla festa scudetto. Novanta minuti inutili dal punto di vista della classifica, ma che ai bambini avrebbero regalato un'emozione tutta da raccontare ai compagni di scuola e da ricordare negli anni avvenire. Una domenica che si preannunciava gioiosa, si è invece trasformata in una gita costosa e senza gratificazione finale per due famiglie spezzine.

Con un pulmino affittato, le due famiglie si sono messe in viaggio nella mattinata di domenica. La Juventus di Antonio Conte alle ore 15 avrebbe giocato contro il Cagliari nell'ultima giornata di campionato e loro non vedevano l'ora di entrare nel tempio bianconero e gustarsi lo spettacolo. I biglietti per assistere alla partita li avrebbero presi direttamente fuori dalla stadio grazie ad un contatto di una persone originaria, come loro, di La Spezia, pagandoli 50 euro l'uno. Ma ad un'ora dal fischio d'inizio della partita del gancio non c'era alcuna notizia. Inutili le chiamate, il telefono risultava irraggiungibile.

Il cellulare ad un certo punto ha iniziato a squillare e la speranza di entrare allo stadio è tornata alta. "Ho sbagliato, non sono 50 euro a biglietto, ma 150 euro", queste le parole del bagarino che hanno spento l'entusiasmo delle due famiglie perché sarebbe diventata una cifra troppo consistente. Pur di non rinunciare però hanno trovato un accordo: 100 euro a biglietto.

L'incontro con il contatto che avrebbe dovuto dare loro i biglietti si è però rivelato una nuova delusione. Invece di avere un numero di biglietti sufficiente a far entrare tutti i componenti delle due famiglie allo stadio, ne aveva solo quattro. In quel momento è arrivata la sentenza: non sarebbero entrati allo stadio.

Le due famiglie sono così rimaste fuori e hanno guardato la partita in tv a pochi metri dal luogo della festa. La beffa resta grande, così come la delusione di aver fatto un viaggio e aver speso ugualmente parecchi soldi e inutilmente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disavventura per due famiglie spezzine a Torino per festeggiare la Juve

TorinoToday è in caricamento