Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Truffa all’Inps, un falso povero percepiva l’assegno sociale e viveva in Argentina

Scoperta della Guardia di Finanza, l'uomo in dieci anni ha ricevuto 85mila euro senza averne diritto

La Guardia di Finanza di Torino ha denunciato un uomo residente in Argentina il quale, attestando falsamente la propria residenza in un Comune delle Valli di Lanzo, percepiva, da oltre un decennio, un “assegno sociale” spettante ai cittadini residenti in Italia che si trovano in disagiate condizioni economiche.

L’importo illecitamente percepito in tutto questo lungo arco di tempo è stato quantificato dalle Fiamme Gialle in oltre 85mila euro.

I finanzieri della Tenenza di Lanzo Torinese, che hanno condotto le indagini, hanno segnalato l’uomo all’Autorità Giudiziaria di Ivrea per il reato di truffa ai danni dello Stato, proponendo, inoltre, il sequestro per equivalente della somma indebitamente percepita. Immediata anche la segnalazione all’I.N.P.S. che ha consentito di interrompere da subito l’erogazione del contributo.

Nel corso dei successivi controlli patrimoniali, il Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ivrea, Dott. Giuseppe Drammis, ha chiesto ed ottenuto dal competente Giudice per le Indagini Preliminari, il sequestro dei beni nella disponibilità dell’uomo  ammontanti ad oltre 8.000 euro.

E’ stata infine inoltrata la segnalazione alla Corte dei Conti per i danni erariali conseguenti all’illecito comportamento.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa all’Inps, un falso povero percepiva l’assegno sociale e viveva in Argentina

TorinoToday è in caricamento