Cronaca Pozzostrada / Via Monginevro

Borgo San Paolo nelle mani di falsi agenti della polizia municipale

Alcuni anziani avrebbero denunciato la scomparsa di averi dalla propria casa. Le vittime sono persone che vivono da sole. A denunciare il caso anche la circoscrizione Tre

Non si fermano i casi di truffe nella città di Torino. Dai falsi postini si è passati nel giro di pochi mesi ai falsi addetti di luce e gas fino ai “presunti poliziotti". Le raccomandazioni e gli inviti alla prudenza, insomma, non bastano mai, anche se è pure vero che la fantasia dei truffatori a volte non ha davvero limiti.

Ne sanno qualcosa alcuni anziani residenti di corso Racconigi e via Monginevro, nel quartiere borgo San Paolo, ennesime vittime di un raggiro che porta la firma di falsi agenti della polizia municipale. Persone che riescono ad abbindolare i pensionati che vivono soli e che con svariati trucchi ottengono il pass per introdursi facilmente fin dentro gli appartamenti. Stando a quanto riferito dalle vittime i finti civich attenderebbero il pollo da spennare fuori dall'edificio in cui abita. Addosso una divisa identica, o quasi, a quella originale. Il difficile, però, è riconoscere il vero dal falso.

“Ti fermano, sanno il tuo nome e ti dicono che sono stati allertati dai vicini – spiega un anziano che preferisce rimanere nell'anonimato -. Ti raccontano di presunti furti avvenuti nel palazzo e ti chiedono di entrare in casa”. Una volta dentro il gioco è fatto. Gli agenti chiedono al pensionato di turno di controllare se i soldi sono al loro posto e così facendo lo costringono a tirare fuori dalla cassaforte la pensione o altri preziosi. Poi si passa alle minacce e persino alle botte se è il caso. E per l'anziano diventa impossibile chiedere aiuto.

I rapinatori, una volta conquistato il bottino, scappano raggiungendo il complice fuori dall'edificio. Gli astuti delinquenti non avrebbero ancora un nome ed un cognome. Ma sulle loro tracce è attiva da giorni la polizia municipale di zona. ”Invitiamo le persone che sono state raggirate da estranei a denunciare il caso alle forze dell'ordine  – dichiara il presidente della Tre Daniele Valle -. Inoltre ricordiamo di non aprire a nessuno a meno che le persone in questione non siano in possesso di un tesserino identificativo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgo San Paolo nelle mani di falsi agenti della polizia municipale

TorinoToday è in caricamento