De Tomaso, dichiarato il fallimento dell'azienda di Grugliasco

Il giudice fallimentare di Livorno Luigi De Franco ha dichiarato il fallimento dell'industria automobilistica De Tomaso dell'imprenditore Rossignolo. "Si chiude un capitolo doloroso della storia industriale piemontese"

La De Tomaso è stata dichiarata fallita. La notizia è di questa mattina e arriva dal giudice fallimentare del tribunale di Livorno, Luigi De Franco, con la pubblicazione della sentenza dopo che ieri si era tenuta l'unica udienza. L'imprenditore Rossignolo non si è opposto al fallimento né ha chiesto il concordato.

"Si chiude un capitolo doloroso della storia industriale piemontese dell'ultimo decennio - commenta Giuseppe Anfuso, il segretario della Uilm di Torino -. Da questo momento è necessario ricostruire il tavolo di crisi con le istituzioni regionali e nazionali per trovare soluzioni occupazionali e di ammortizzatori sociali per garantire i lavoratori".

"Quando tali eventi si verificano - osserva ancora Anfuso - le responsabilità sono sempre delle imprese. Due anni e mezzo di gestione De Tomaso hanno messo a rischio il futuro occupazionale di oltre mille persone, la Uilm da due anni e mezzo si era dimostrata molto critica sui piani De Tomaso che si è sempre caratterizzata per molti annunci e nessun fatto concreto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Rapina in farmacia, poi arrivano i parenti del malvivente: 12 volanti per fermarli

  • Cirio firma l'ordinanza: "Da lunedì i supermercati potranno vendere cancelleria"

  • Annuncia di volersi suicidare: ripescato il suo corpo nel fiume

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

  • Terremoto in Valsusa e Val Sangone, l'epicentro è stato a Coazze

Torna su
TorinoToday è in caricamento