Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Le fake-news ai tempi del Coronavirus: i casi registrati dalle nostre parti

"Morti", "contagiati" e altre bufale

La schermata diffusa dalla Croce Rossa di Rivoli, che ha smascherato un clamoroso caso di fake-news

Le fake-news ai tempi del Coronavirus. Negli ultimi giorni, tra il 21 e il 24 febbraio 2020, sul web si sono moltiplicati i casi di notizie che si sono diffuse in modo incontrollato in particolare in provincia di Torino. Ecco le principali.

Il caso di contagio (mortale) a Rivoli

Qualcuno ha pensato bene di fare girare una falsa schermata del Televideo Rai in cui si diceva che una donna di 47 anni era morta dopo essere stata nel pronto soccorso dell'ospedale di Rivoli. Si è trattato di una bufala costruita ad hoc, che è stata smascherata dal sito della Croce Rossa Italiana di Rivoli. I volontari l'hanno pubblicata sul loro profilo Facebook bollandola con la scritta FAKE. A Rivoli, naturalmente, al momento non esiste alcun caso di contagio.

fake-news-coronavirus-rivoli-grande-2

Il caso di contagio a Chieri

Nel secondo caso a essere presi di mira sono stati i colleghi del quotidiano La Stampa e sono stati proprio loro a smascherare la bufala. Qualche imbecille è infatti riuscito a 'clonare' un loro articolo, appropriandosi indebitamente delle loro grafiche e scrivendo che un uomo di 51 anni residente a Chieri (e lavoratore pendolare nella zona di Lodi) era ricoverato all'ospedale Amedeo di Savoia perché trovato positivo. Naturalmente nulla di questo è mai accaduto.

fake-news-coronavirus-chieri-2

Le 14 persone contagiate a Bruino

Nella giornata di ieri, lunedì 24, su Facebook nei gruppi di Cumiana e Bruino hanno iniziato a circolare notizie su 14 persone contagiate dal virus a Bruino. In questo caso non si tratterebbe di notizie false fatte girare ad arte ma di una probabile interpretazione personale (e sbagliata) del fatto che è stata chiusa per due settimane la Frap, la ditta per cui lavora la donna di Cumiana risultata positiva al virus col marito (che invece lavora alla Italdesign di Nichelino a Moncalieri, anch'essa chiusa). In ogni caso, l'unica cosa vera è che i colleghi della donna sono stati sottoposti al tampone come da prassi, avendo avuto contatti con lei. Al momento non è stato reso noto alcun caso di positività. Riguardo la coppia di Cumiana non è neppure vero che la loro figlia sia risultata positiva al Coronavirus. Al momento le è stata diagnosticata una polmonite ed è in cura all'ospedale Regina Margherita con antibiotici. Gli unici positivi, per ora, sono i due genitori, che tra l'altro non si erano accorti di esserlo, scambiando i sintomi per quelli di una normale (e blanda) influenza.

fake-news-contagiati-bruino-200224-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le fake-news ai tempi del Coronavirus: i casi registrati dalle nostre parti

TorinoToday è in caricamento