Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Barriera di Milano / Via Jacopo Foroni

FaciliTO: il supporto per l'imprenditoria a Barriera di Milano

A quasi un anno dalla nascita di FaciliTO ben 38 imprese hanno ricevuto il finanziamento della città di Torino. Sulla scia del loro successo, in arrivo i nuovi progetti occupazionali di Urban

Sono oltre 290 gli aspiranti imprenditori che da metà marzo 2011 hanno aderito a FaciliTO, il progetto nato in Barriera di Milano per supportare e sponsorizzare la nascita di nuove imprese sul territorio. Gestito dal Settore Sviluppo Economico e Fondi Strutturali della Città, FaciliTO, il primo dei progetti occupazionali nati sotto l’ala di Urban Barriera, ha l’obiettivo di accompagnare gli imprenditori che vogliono investire nel quartiere.
 
FaciliTO è stato negli ultimi mesi un notevole motore d’innovazione in Barriera di Milano. La sua formula, che ha già riscosso considerevole successo in altri quartieri di Torino, scommette su chi ha ottime idee ma non ha i fondi per attuarle. Ecco perchè al suo interno si stanno sviluppando altri progetti occupazionali: 
-Pratika, rivolto ai giovani dai 18 ai 35 anni con Partita Iva a Barriera di Milano.
-Extra-titoli, per il riconoscimento dei titoli di studio e delle competenze professionali dei cittadini stranieri.
-La Casa dei Compiti, per tutti gli studenti del quartiere.
-OCCUpabile, finalizzato all’inserimento, o al reinserimento, nel mondo del lavoro.
-Manager d’Area, volto a stimolare la presenza sul territorio di Barriera delle imprese torinesi.
-Progetto di Qualificazione Urbana, per la riqualificazione e il rinnovamento dei fronti commerciali.
 
“Il nostro obiettivo – spiega Fabrizio Barbiero, responsabile dell’asse economico di Urban – è di incentivare l’imprenditoria in Barriera. In aggiunta a ciò, FaciliTO è anche mirato alla tutela della Storia e della cultura del quartiere. Il progetto prevede infatti un maggior sostegno economico per chi investe nel “borgo storico”, e cioè nell’area di piazza Foroni, o dà un valore aggiunto a livello sociale, come nel caso del baby parking Maga Magò inaugurato ad ottobre in via Montanaro”.
 
“Il percorso per ottenere un prestito – prosegue Barbiero – è però molto lungo, e richiede almeno 3 o 4 mesi. Questo perchè il servizio che offriamo agli imprenditori non è semplicemente economico. Avvalendoci del supporto di un esperto consulente d’impresa aiutiamo chi bussa alla nostra porta a rendersi conto delle potenzialità e dei limiti del proprio piano d’impresa, e approviamo il prestito solo ai progetti più validi. Delle 290 proposte pervenute, solo 120 sono attualmente in atto, corroborate da 20 ore di colloquio con il consulente. 38 imprenditori hanno già presentato una relazione descrittiva dell’impresa. Questo è l’ultimo passaggio prima dell’attuazione del prestito, di cui il 25% è a fondo perduto”. 
 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FaciliTO: il supporto per l'imprenditoria a Barriera di Milano

TorinoToday è in caricamento