Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Filadelfia / Corso Unione Sovietica, 218

Da Torino fino al Nord America al servizio della flora e della fauna

Interessante viaggio in Canada di uno studente 22enne della facoltà di Economia di Torino. "E pensare che ero partito solo per migliorare il mio inglese"

Ripristino di strade, costruzione di recinzioni, sistemazione e protezione di insediamenti tradizionali, reinserimento di specie vegetali: queste mansioni hanno caratterizzato, per un mese, il viaggio di Fabio Biginato in Canada. 22 anni, studente di economia a Torino, a settembre 2012 ha deciso di “mettersi alla prova” e partire con un programma di volontariato ecologico promosso da Wep, World Education Program – organizzazione leader nel settore degli scambi linguistici e culturali nel mondo.

“Con un gruppo di quattro europei e un giapponese – racconta – abbiamo vissuto esperienze bellissime in vere e proprie aree incontaminate del mondo. Abbiamo collaborato con l’università canadese per catalogare la fauna selvatica in base alle impronte e ad altri segnali, e, al parco di Jasper, abbiamo portato avanti un progetto con un centro di ricerca locale. Dal tagliare legna al riverniciare le staccionate, dal controllare sentieri di montagna all’aiutare visitatori, abbiamo preso parte a diverse iniziative a seconda delle necessità riscontrate nelle riserve e nei parchi naturali”

IL BLOG DI FABIO BIGINATO >>

Un’avventura bellissima ed istruttiva. “Posso fare un esempio – spiega il giovane -. In Canada, vicino a Banff, ci sono delle staccionate per evitare che gli animali entrino in autostrada. Io, insieme al mio gruppo, le ho controllate e riparate dove possibile”. E ancora: “L’idea di partire per un’esperienza del genere – racconta – mi è venuta quasi per caso. Volevo migliorare il mio inglese, ma mi sembrava troppo presto per fare uno stage lavorativo. Il volontariato ecologico rispondeva al mio desiderio di avventura e alla mia attenzione all’ambiente. Ho avuto modo di vedere paesaggi realmente suggestivi che mi hanno lasciato a bocca aperta e di incontrare e osservare animali selvatici come cervi e orsi”.

E come Fabio, ogni anno più di 2mila ragazzi partono con i programmi della Wep per visitare i  paesaggi più affascinanti delle Americhe, dell’Australia, della Nuova Zelanda e dell’Irlanda non da semplici turisti ma da volontari, per portare avanti progetti legati alla tutela dell’ambiente e della natura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Torino fino al Nord America al servizio della flora e della fauna

TorinoToday è in caricamento