Cronaca Nizza Millefonti / Via Genova

Tuttopellet, il primo luglio l’udienza preliminare per Fabio Ballerino

Fabio Ballerino, l’imprenditore ventiquattrenne accusato di truffa e bancarotta fraudolenta, sarà di fronte al gup Cristiano Trevisan il prossimo primo luglio. Rischia dieci anni di reclusione

Il prossimo primo luglio Fabio Ballerino, il giovane titolare della ditta Tutto Pellet, noto per essere scappato dopo aver preso gli ordini e i soldi di centinaia di clienti e non aver mai consegnato nulla, sarà chiamato per l’udienza preliminare davanti al gup Cristiano Trevisan.

Ballerino è imputato di bancarotta fraudolenta e truffa. L’annuncio alle oltre ottocento parti lese, i cui nomi sono all’interno del fascicolo del pubblico ministero Eugenia Ghi, sarà fatto per pubblici proclami e pubblicati sui siti delle regioni Piemonte, Liguria, Lombardia e su quello dell’associazione dei Consumatori Acu Piemonte.

Il giovane imprenditore si sarebbe intascato almeno 580 mila euro prima di lasciare Torino e fare ritorno nel cosentino. Le indagini sono iniziate a fine ottobre, con le prime denunce e le prime perquisizioni dei locali aziendali. Ballerino avrebbe spostato più volte i soldi intascati tra conti correnti e spesi alcuni per fini personali e l’acquisto di una casa, a gennaio posta sotto sequestro preventivo. Fabio Ballerino, 24 anni, rischia dieci anni di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tuttopellet, il primo luglio l’udienza preliminare per Fabio Ballerino

TorinoToday è in caricamento