Ex Moi, Appendino: "L'obiettivo è far sì che l'area torni a essere più vivibile per tutti"

La sindaca ha ribadito che lo sgombero della prima palazzina avverrà entro la primavera

Le palazzine dell'ex Moi

"Il ripristino della legalità e della dignità per chi occupa le palazzine sono una priorità assoluta per il quartiere e per tutta la città". È ciò che la sindaca Appendino e la sua giunta hanno sempre sostenuto, riconoscendo lo sgombero dei quattro edifici del villaggio olimpico di via Giordano Bruno, come un'urgenza.

E le ultime dichiarazioni della prima cittadina confermano che la liberazione della prima palazzina avverrà entro la primavera: "L'obiettivo è far sì che quell'area torni ad essere più vivibile - ha dichiarato - sia per chi vive nel quartiere, sia per chi occupa le palazzine". Il Comune, d'accordo con la Prefettura e con il supporto della Regione, della Città Metropolitana, della Diocesi e della Compagnia di Sanpaolo, è intenzionato a raggiungere il primo obiettivo entro pochi mesi.

"Questo è un percorso molto complicato - ha spiegato la prima cittadina - : crediamo sia necessario risolvere una vicenda che per anni è rimasta irrisolta e che proprio per questo si è complicata". All'ex Moi ci sarà un project manager che lavorerà sul posto e che contribuirà a coordinare il tavolo interistituzionale, nato proprio affinchè possa avvenire lo sgombero.

Operazione che dovrà avvenire comunque attraverso un percorso di inclusione e proprio per questo Appendino e il Prefetto hanno già incontrato gli occupanti delle palazzine. 
"Questo gruppo di lavoro - ha spiegato la sindaca - è impegnato ad individuare possibili percorsi di inserimento sociale per le persone che stanno attualmente vivendo all’ex Moi in condizioni inaccettabili e che meritano situazioni più dignitose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Moto trovata in un fosso a bordo strada: centauro morto nonostante i soccorsi

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento