menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Degrado, addio: le associazioni faranno rivivere l'ex Moi

La Circoscrizione Nove si è fatta assegnare le arcate dell'ex Moi, nelle quali saranno organizzate numerose attività già a partire dall'imminente Natale. Un modo per dare una spallata ad anni di degrado impietoso

FILADELFIA - I residenti (e non solo) attendevano questa notizia da almeno sette anni: l’ex Moi di via Giordano Bruno tornerà agli antichi splendori. Almeno, questo promette la Circoscrizione Nove, che è riuscita a farsi assegnare gli spazi del Moi dalla Città di Torino: per riuscire ad ottenere le arcate, la Circoscrizione ha dovuto lavorare alacremente, come sottolineano Giorgio Rizzuto, presidente della Nove, e il suo vice Massimiliano Miano.

“Sono ormai trascorsi sette lunghi anni - afferma Miano da quando i fasti olimpici del 2006 resero celebri in tutto il mondo gli spazi dell'ex Moi; da allora la città non ha più ritenuto opportuno per vari motivi, intraprendere iniziative utili, tranne qualche evento sporadico come Paratissima, tali da rendere quelli spazi vivi e utili alla collettività”. Di fatto, il Moi da allora è diventato un enorme contenitore pieno di nulla, buono solo per i writers e i vandali che l’hanno eretto a nuova palestra per i loro graffiti urbani. Il degrado si respira un po’ ovunque, e la desolazione di possedere un enorme spazio che non si può riutilizzare è tanta.

“Quindi - sostengono Rizzuto e Miano - non potevamo più permetterci, come ente territoriale più vicino alla gente, che tali spazi potessero ulteriormente cadere nel degrado più assoluto e quindi non provare a dare quel segnale di discontinuità invocato dai residenti e dal borgo Filadelfia già martoriato dalle sorti di uno stadio, quello del grande Toro in attesa di una importante riqualificazione urbanistica e strutturale”.

“Abbiamo lavorato con la Città – continua Miano – chiedendo uno scatto di orgoglio ed un po' di fiducia nell'assegnare alla Circoscrizione parte delle arcate che nei prossimi mesi ospiteranno tutta una serie di eventi che proveranno a risollevare le sorti di una struttura che deve riemergere con la collaborazione di tutti”.

Il Moi sarà dunque affidato alle associazioni che lavoreranno per allestirvi numerose attività.Si comincerà con una serie di mercatini di Natale, e si proseguirà con iniziative commerciali legate ai saldi, “tra cui anche le associazioni dei commercianti del territorio potranno aderire, fino ad arrivare al carnevale del Lingotto di fine febbraio”. “Tre lunghi mesi di inziative –  spiegano Rizzuto e Miano – che proveranno a far comprendere che il Moi puo' essere una risorsa e non un peso post-olimpico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento