Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Nichelino

Nichelino: scoperto imprenditore-evasore, 3 milioni sottratti al fisco

Il "furbetto", 40 anni, si serviva di diversi conti correnti per occultare i guadagni

Utilizzava diversi conti correnti, dividendo gli incassi così da poter eludere i controlli ed occultare il reale giro dei suoi affari. In pochi anni, dal 2011 al 2013, era riuscito a sottrarre al fisco oltre 3 milioni di euro. 

È stato denunciato, con l’accusa di evasione fiscale, l’imprenditore 40enne di Nichelino titolare di due aziende, entrambe operanti nel settore dell'intermediazione tra società fornitrici di energia, telefonia e telecomunicazioni, e clienti finali. 

Secondo quanto ricostruito dai finanzieri del Gruppo di Orbassano, le sue aziende avevano concluso numerosi contratti in varie località dell'intero territorio nazionale, emettendo regolarmente le fatture in modo da apparire in regola verso l’esterno, mentre in realtà occultavano tutto il guadagno non presentando le prescritte dichiarazioni ai fini delle imposte dirette e dell'imposta sul valore aggiunto.

Nello specifico, la prima azienda con sede a Nichelino non aveva presentato la dichiarazione dei redditi e dell'Iva per le annualità 2012 e 2013, mentre quella presentata nel 2011 era risultata infedele. 

L'altra azienda, con sede a Beinasco, per pagare meno imposte si era invece avvalsa di costi fittizi o indeducibili. 

Al termine delle operazioni di verifica, i militari sono riusciti a ricostruire l’intera contabilità dell'evasore, segnalando circa 2 milioni di euro di materia imponibile sottratta a tassazione e 300mila euro di Iva, oltre al mancato versamento di Irpef ed Ires per una somma di circa 850mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nichelino: scoperto imprenditore-evasore, 3 milioni sottratti al fisco

TorinoToday è in caricamento