Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Parella

Evade più volte dai domiciliari: l'amica nega che sia in casa, ma è nascosta nel letto

È stata portata in carcere

Nel pomeriggio di giovedì 25 marzo 2021 gli agenti del commissariato San Donato dovevano notificare a una 43enne italiana, responsabile di molteplici episodi di evasione dagli arresti domiciliari, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, quando hanno citofonato alla porta del suo appartamento, in via Cossa in borgata Parella.

A rispondere è stata un’amica, che ha dichiarato ai poliziotti che la ricercata non era in casa, ma il suo comportamento vago e l’evidente stato di agitazione non li ha convinti. È così scattata una perquisizione in cui è si è trovata la 'scomparsa', che in realtà si era nascosta all’interno del vano contenitore del letto.

Lei era già finita ai domiciliari per il tentato furto al bar Hollywood di Collegno insieme al fidanzato, che successivamente era stato nuovamente arrestato per il tentato furto alla scuola Armstrong di corso Monte Grappa. Lui era finito dietro le sbarre ma lei era libera.

Qualche giorno fa, durante un servizio di controllo del territorio, gli agenti del commissariato l'avevano però intercettata in corso Vercelli. Erano passate le 23 e stava passeggiando in compagnia di un gambiano a cui aveva appena chiesto una sigaretta. Nel pomeriggio della stessa giornata non era stata trovata in casa durante un controllo e anche due giorni prima non si era fatta trovare dagli agenti che dovevano accompagnarla in tribunale per l’udienza.

Dopo tutti questi episodi la donna è stata arrestata per evasione e la sua amica è stata denunciata per favoreggiamento personale

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade più volte dai domiciliari: l'amica nega che sia in casa, ma è nascosta nel letto

TorinoToday è in caricamento