Sventato tentativo di fuga dal centro di permanenza, tre arrestati

Tutto l’occorrente era pronto

Negli ultimi tre giorni è stato sventato un tentativo di fuga organizzato da diversi trattenuti all’interno del Centro di Permanenza per i Rimpatri di Torino e sono stati individuati nuovi metodi per cercare di far pervenire la droga agli stranieri ospitati.

Il personale dell’Ufficio Immigrazione, coadiuvato dai colleghi del Reparto Mobile, ha seguito il comportamento sospetto di alcuni trattenuti e successivamente ha proceduto alla bonifica di alcune aree individuando in una di queste due corde realizzate intrecciando lenzuola di carta, arnesi rudimentali atti ad offendere, bastoni, tutti opportunamente celati sopra un muretto del bagno e nel fondo del vano abiti.

Il materiale era stato chiaramente realizzato per organizzare una fuga di gruppo dalla struttura e per, eventualmente, utilizzare la forza nel caso in cui fossero stati scoperti. Tre dei sospettati, avendo reagito danneggiando parti dei moduli di ospitalità, sono stati arrestati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Droga nella struttura

Nella struttura che ora ospita 153 persone, la Questura ha intensificato i controlli sulla posta e i pacchi che gli stranieri ricevono. In tale ambito, negli ultimi giorni, sono stati arrestati 3 stranieri che hanno ricevuto pacchi contenenti flaconi di bagnoschiuma, shampoo e altri prodotti per l’igiene personale, nonché frutta e yogurt, che nascondevano 73 involucri di cellophane contenente stupefacente destinato allo spaccio all’interno del Centro di Permanenza per i Rimpatri. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consultori: indirizzi e orari a Torino

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

  • "Intesa Sanpaolo è nuda", gli Extinction Rebellion si spogliano davanti al grattacielo

  • Perde il controllo dell'auto che si ribalta a lato della carreggiata: grave il conducente

Torna su
TorinoToday è in caricamento