Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Detenuto tenta di evadere dal carcere di Ivrea, bloccato dalla polizia penitenziaria

L'uomo, un 40enne condannato per tentata rapina, ha fatto un salto di quattro metri dopo essersi arrampicato sulle grate durante l'ora d'aria

Il carcere di Ivrea

Tentata evasione dal carcere di Ivrea ieri, 20 marzo 2017.

Alle 13 un detenuto italiano di 40 anni condannato per tentata rapina aggravata e altri reati, con fine pena fissata nel 2018, durante l'ora d'aria si è arrampicato sulle grate saltando da un'altezza di circa quattro metri e ha raggiunto un corridoio attiguo al campo sportivo dirigendosi verso il muro di cinta. L'uomo è stato bloccato dalla polizia penitenziaria poco prima che riuscisse a fuggire.

A denunciare l'episodio è il segretario generale dell’Osapp, Leo Beneduci. "Nell'esternare il nostro plauso agli appartenenti alla polizia penitenziaria della casa circondariale di Ivrea - dichiara - che con senso del dovere e altissima professionalità hanno evitato che fosse portato a termine il tentativo di evasione, non possiamo evitare di rammentare oltre che all'opinione pubblica ai responsabili al momento privi di cognizione sul reale stato delle carceri italiane che non sempre tali episodi si concludono con il pieno ripristino della legalità. E' più frequente infatti nelle attuali carceri italiane che i tentativi di evasione siano portati a conclusione a causa di carenze di organico e strutturali oramai annose nonché in ragione di una gestione del sistema penitenziario privo di funzionalità e completamente irrispettosa delle condizioni lavorative del personale di polizia penitenziaria".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto tenta di evadere dal carcere di Ivrea, bloccato dalla polizia penitenziaria

TorinoToday è in caricamento