menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

Evade dai domiciliari per giocare una partita di calcio, arrestato centrocampista

I carabinieri si sono recati al campo sportivo di Castiglione Torinese. Le manette sono scattate alla fine dell'incontro, in cui lui ha anche sbagliato un rigore

Evadere dagli arresti domiciliari pur di giocare una partita di calcio.

Pura passione o sciocca leggerezza? O entrambe? Fatto sta che ieri pomeriggio, domenica 6 novembre, i carabinieri si sono recati al campo sportivo di Castiglione Torinese, in via Caudana, per arrestare un gabonese di 27 anni, centrocampista della Castiglionese, che milita nel campionato di seconda categoria. Il calciatore, infatti, avrebbe dovuto rimanere a casa dove è costretto dopo un arresto per vicende legate allo spaccio di droga.

Le manette sono scattate alla fine della partita in cui, tra l'altro, lui aveva pure sbagliato un calcio di rigore (ininfluente ai fini del risultato, visto che la sua squadra ha vinto 3-0). Mentre si abbracciava con i compagni di squadra e usciva dal campo, il ragazzo è stato bloccato dai militari della stazione Torino Barriera di Milano, che lo avevano chiamato al telefono nell'intervallo non avendolo trovato a casa, a Castiglione. Era stato lui stesso a dire loro che stava giocando la partita.

La società in cui milita, invece, era stata tenuta all'oscuro di tutto. L'allenatore lo aveva convocato per l'incontro e lui aveva risposto alla convocazione senza precisare che era in stato di arresto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento