Evade per andare a giocare a calcetto con gli amici: arrestato a fine partita

Era ai domiciliari

I campi sportivi di via Germonio angolo via Vandalino

Ha pagato carissima la sua passione per il calcetto. Un italiano di 40 anni residente a Torino è stato arrestato dalla polizia la sera di domenica 30 luglio 2017 mentre rincasava dopo una partitella con gli amici al campo sportivo del Fulminea Dinamo, in via Germonio.

Avrebbe dovuto invece trovarsi agli arresti domiciliari, misura a cui era sottoposto con l'eccezione di un permesso di uscita per andare a lavorare tra le 9 e le 13 dal lunedì al venerdì.

Domenica, però, non ha saputo dire di no ai suoi amici che lo avevano invitato a giocare. Mentre la partita era in corso, però, è scattato il controllo da parte degli agenti che non lo hanno trovato in casa.

Fine partita, doccia e, anziché a casa, è stato condotto in carcere: deve rispondere del reato di evasione.

Potrebbe interessarti

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

  • Peperoncino: tutti i rimedi al bruciore

  • Pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

  • Viene travolta da un'auto mentre attraversa la strada: è grave in ospedale

  • Rimane appesa alla ringhiera del balcone poi cade nel vuoto: ragazza in gravi condizioni

Torna su
TorinoToday è in caricamento