Cronaca Corso Vittorio Emanuele II 130

Sentenza Eternit: è il giorno della verità. Un processo "unico nella storia"

Un processo "unico nella storia" che oggi vede la sua giornata conclusiva al Tribunale di Torino. Alla sbarra ci sono un miliardario svizzero e un nobile belga che secondo i pubblici ministeri meritano 20 anni di galera

L'ultima giornata del processo alla Eternit si è aperta con una lunga coda fuori dal Tribunale di Torino e con pannelli esposti dai parenti delle vittime in cui è ritratto Stephan Schmidheiny, uno dei due imputati del processo, dietro le sbarre di una prigione. Quello alla Eternit è un processo "unico nella storia", così come ha scritto il presidente della Corte d'Appello, Mario Barbuto, nella relazione depositata all'inizio dell'anno giudiziario.

Schmidheiny, miliardario svizzero di 64 anni, è imputato insieme al barone belga Louis de Cartier, 90 anni, di disastro ambientale doloso e omissione dolosa di cautele antinfortunistiche. Per i due, che sono stati alti dirigenti della multinazionale svizzera Eternit, l'accusa ha chiesto una condanna a 20 anni di reclusione. Il processo è durato oltre due anni e si è articolato in 65 udienze.

Ai dirigenti vengono contestate le morti di 2.100 persone e le malattie che hanno colpito altre 800 persone nelle zone degli stabilimenti di Casale Monferrato (Alessandria), Cavagnolo (Torino), Rubiera (Reggio Emilia) e Bagnoli (Napoli). Le parti civili che si sono costituite in giudizi sono oltre seimila.

"Comunque vada quello che si conclude oggi sarà un processo storico": lo ha detto il pm Raffaele Guariniello entrando nell'Aula dove sarà emessa la sentenza del maxiprocesso Eternit. "Si è trattato - ha aggiunto - del più grande processo del mondo ed è la dimostrazione che un processo si può fare anche su tematiche come questa. Abbiamo avuto l'interessamento di molte comunità e l'aiuto di diverse amministrazioni. Ora è il momento - ha concluso - che venga fatta giustizia".

La lettura della sentenza avverrà alle ore 13,15 - secondo quanto dal presidente Giuseppe Casalbore - e potrebbe durare anche più di un paio d'ore. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sentenza Eternit: è il giorno della verità. Un processo "unico nella storia"

TorinoToday è in caricamento