Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Eternit, sindaco Casale preoccupato: "Difficile ottenere il risarcimento "

Il Sindaco di Casale non è convinto di ricevere in tempi rapidi il risarcimento di 25 milioni di euro deciso dalla sentenza del maxi processo Eternit. "Potremmo ottenerli se i due imputati dovessero versarli spontaneamente"

La sentenza del maxi processo della Eternit ha deciso un risarcimento di 25 milioni di euro per il Comune di Casale Monferrato, ma il sindaco Giorgio Demezzi ha qualche perplessità sull'ottenimento del denaro in tempi brevi. "I 25 milioni - spiega - potremmo ottenerli se i due imputati dovessero versarli spontaneamente. Ma questa eventualità è molto difficile. Il Comune, dunque, deve sostenere spese ingenti per tentare il recupero nei Paesi dove si può pensare che costoro abbiano delle proprietà. E anche se la procedura si perfezionasse in modo favorevole per noi, non potrà concludersi in tempi brevi".


Il provvedimento del tribunale di Torino ha ordinato che siano gli stessi imputati, Stephan Schmidheiny e Louis De Cartier, a versare i 25 milioni in solido, e non le società della galassia Eternit. La somma, inoltre, è una "provvisionale", vale a dire un acconto sul risarcimento complessivo da definire in sede civile. "In ogni caso - sottolinea ancora il sindaco - questo non significa che l'impegno del Comune verrà meno. Proseguiremo tutte le azioni giudiziarie al fine di vedere risarciti tutti i danni e tenere viva l'attenzione dello Stato, che deve mantenere le promesse e sostenere le operazioni di bonifica del territorio e la ricerca sul mesotelioma". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eternit, sindaco Casale preoccupato: "Difficile ottenere il risarcimento "

TorinoToday è in caricamento