Estorsione e furto aggravato nei confronti di un negoziante: arrestati due pregiudicati

La vicenda nasce da un credito per l’acquisto di un orologio di valore

Immagine di repertorio

 Il gestore di un “compro oro” si è rivolto a due pregiudicati per recuperare una somma di denaro e alla fine stava per essere a sua volta truffato. I due malviventi, un 52enne di origine calabrese e di un 51enne di origine pugliese, erano stati incaricati dall’uomo di riottenere il credito concesso a un commerciante di abbigliamento per l’acquisto di un orologio di valore.

Con una serie di minacce e di intimidazioni, i due pregiudicati si sono fatti dapprima consegnare parte del denaro dall’imprenditore e, successivamente, hanno pensato bene di impossessarsi, dal negozio di abbigliamento della moglie di quest’ultimo, di numerosi capi di vestiario di pregio.

Ad aggravare la posizione dei due la conclusione della vicenda: una volta riscosso quanto dovuto, ricorrendo a pesanti minacce, si sono rifiutati di consegnare al titolare del compro oro il denaro e la merce recuperata. I pregiudicati, già ampiamente noti alle Forze dell’Ordine per i loro numerosi precedenti penali, sono stati arrestati per estorsione e furto aggravato dagli uomini della Guardia di Finanza di Torino mercoledì 17 ottobre.
 

Potrebbe interessarti

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • Il Barbecue perfetto:  6 regole fondamentali

  • Come combattere la piaga dei punti neri

  • Bagnet verd, la tipica salsa piemontese: assaggiatela coi tumin

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Tragedia nella notte: ucciso un uomo dopo un violento litigio

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Caos in coda al concerto di Eros: 700 fan costretti a rimanere fuori

  • Accende il gas per preparare il caffé e la cucina esplode: ustionata una torinese

Torna su
TorinoToday è in caricamento