Estorsione e furto aggravato nei confronti di un negoziante: arrestati due pregiudicati

La vicenda nasce da un credito per l’acquisto di un orologio di valore

Immagine di repertorio

 Il gestore di un “compro oro” si è rivolto a due pregiudicati per recuperare una somma di denaro e alla fine stava per essere a sua volta truffato. I due malviventi, un 52enne di origine calabrese e di un 51enne di origine pugliese, erano stati incaricati dall’uomo di riottenere il credito concesso a un commerciante di abbigliamento per l’acquisto di un orologio di valore.

Con una serie di minacce e di intimidazioni, i due pregiudicati si sono fatti dapprima consegnare parte del denaro dall’imprenditore e, successivamente, hanno pensato bene di impossessarsi, dal negozio di abbigliamento della moglie di quest’ultimo, di numerosi capi di vestiario di pregio.

Ad aggravare la posizione dei due la conclusione della vicenda: una volta riscosso quanto dovuto, ricorrendo a pesanti minacce, si sono rifiutati di consegnare al titolare del compro oro il denaro e la merce recuperata. I pregiudicati, già ampiamente noti alle Forze dell’Ordine per i loro numerosi precedenti penali, sono stati arrestati per estorsione e furto aggravato dagli uomini della Guardia di Finanza di Torino mercoledì 17 ottobre.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Emergenza smog: continua lo stop a tutti i veicoli diesel fino agli Euro 5

  • Ragazza investita dal treno, morta: è stato un incidente. Circolazione ferroviaria bloccata

Torna su
TorinoToday è in caricamento