Cronaca San Donato / Corso Regina Margherita

Il racket della sosta in corso Regina "Ma i vigili cosa fanno?"

Lasciare l'auto nel controviale significa spendere almeno 2,5 euro per un parcheggio. Una parte viene lasciata al Comune di Torino e l'altra agli abusivi

Vuoi andare a fare la spesa al mercato di piazza della Repubblica? Non c’è nessun problema, basta non dimenticarsi a casa le monete. Non per pagare le terribili strisce blu ma per lasciare la “mancia” – se così si può dire – ai parcheggiatori abusivi di corso Regina Margherita. Quelli, per intenderci, che stazionano dal mattino al pomeriggio tra la zona di Porta Palazzo e il Rondò della Forca. Estorsioni, aggressioni e minacce sono praticamente una costante quando questi signori presidiano l’area. I cittadini che scelgono il mercato più grosso, ma anche più importante, di Torino devono giocoforza adattarsi alle loro leggi. Lo stesso vale per chi si deve recare all’anagrafe di via della Consolata.

“Il racket dei parcheggiatori abusivi ci spilla anche quei pochi soldi che mettiamo da parte ogni mese” accusa Federica, una signora coraggiosa che ha immortalato uno degli irregolari al lavoro. I protagonisti, di solito nordafricani, sono gli stessi fermati in passato più e più volte dalle forze dell’ordine. Solitamente se ne possono trovare due o tre in tutto il corso, a custodire i posti auto chiedendo in cambio “soltanto” qualche monetina. Ai malcapitati, come sempre, tocca aprire il portafoglio per non ritrovarsi al ritorno la macchina rigata o magari uno specchietto rotto. Sotto le festività natalizie un regalo decisamente poco gradito.

Le persone che parcheggiano la propria auto nel controviale sono praticamente costrette a lasciare alcuni spiccioli nelle mani del balordo di turno che ha indicato loro il posto libero. “Crediamo non ci sia la volontà politica di cacciare questi signori – accusa il capogruppo del Pdl della circoscrizione Sette Franco Poerio -. Ormai parcheggiare in corso Regina è diventato un lusso. Bisogna pagare le strisce blu e gli abusivi. Ma i vigili che presidiano l’area possibile che non si siano mai accorti di nulla?”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il racket della sosta in corso Regina "Ma i vigili cosa fanno?"

TorinoToday è in caricamento