menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Irrompe nell’ufficio del parroco senza mascherina per incutere timore e ottenere denaro

Arrestato con l’accusa di tentata estorsione

È stato arrestato, con l’accusa di tentata estorsione, e accompagnato in carcere venerdì pomeriggio, 3 aprile, un uomo che ha tentato più volte di ottenere denaro da un parroco. Inizialmente l’uomo, un 49enne italiano residente a Torino, chiedeva poche monete poi gli importi si facevano sempre più cospicui e per tentare di convincere il parroco accampava scuse come la nascita o la morte di un figlio. Quello di venerdì è stato l’ultimo episodio estorsivo subito dall’ecclesiastico. 

Senza mascherina e guanti per incutere ancora più timore, il 49enne alle 15 ha fatto irruzione nell’ufficio parrocchiale della Chiesa e ha minacciato il sacerdote e due sue collaboratrici per farsi consegnare tutto il denaro in loro possesso. 

Di fronte al loro rifiuto, l’uomo ha iniziato a gridare e a sbattere le porte rompendo il vetro di una di esse. Una collaboratrice è riuscita ad avvisare i carabinieri che sono arrivati dopo pochi minuti e hanno fermato l’aggressore mentre scappava a piedi. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento