"Hai fatto male i lavori, devi darci i soldi indietro": due indagati per tentata estorsione al muratore

Dopo il crollo di muro in cartongesso

immagine di repertorio

"Dacci indietro i soldi oppure ti riempiamo di botte". Per questa frase, evidentemente minacciosa, due italiani, un 45enne di Rivarolo Canavese e un 54enne di Banchette, sono stati denunciati e sono all'obbligo di dimora su ordine spiccato dal giudice per le indagini preliminari Stefania Cugge del tribunale di Ivrea nella giornata di martedì 22 gennaio 2019.

Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri della stazione di Cuorgné a cui la vittima, un artigiano del posto, si era rivolta dopo essere stata minacciata. Si tratta di un muratore che aveva eseguito lavori nel negozio di un amico del 54enne e che, a detta di quest'ultimo, non erano stati eseguiti a regola d'arte: il muro in cartongesso che aveva costruito era crollato.

Per questo, i due rivolevano il denaro pagato per la prestazione professionale dell'artigiano e sono andati a cercarlo a casa per farsi le loro ragioni, evidentemente in modo decisamente sopra le righe.

Secondo Flavia Pivano, legale del 45enne, quest'ultimo non avrebbe però avuto un ruolo attivo nella vicenda (il provvedimento è per tentata estorsione) ma avrebbe soltanto accompagnato l'amico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Paziente si lancia dalla finestra dell'ospedale: è gravissimo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento