Raccolta rifiuti, la Giunta punta a estendere il 'porta a porta'

Tra il 2017 e il 2018 verranno coinvolti San Salvario, Santa Rita e Vanchiglia

Estendere la raccolta dei rifiuti "porta a porta" in nuove zone della città a partire dalla seconda metà del 2017 e nel 2018. E si comincerà innanzitutto con San Salvario, nell'area compresa tra corso Bramante e corso Marconi, per poi proseguire con la zona nord di Santa Rita e una parte del quartiere Vanchiglia

L'esecutivo di Palazzo Civico ha infatti approvato, martedì 22 novembre, la partecipazione al bando della Città Metropolitana per l'ottenimento del contributo  - pari a 1,9 milioni di euro - finalizzato all'aumento e al miglioramento qualitativo e quantitativo della raccolta differenziata. 

L'amministrazione comunale punta infatti a raggiungere il 65% di raccolta differenziata entro il 2020: a migliorare quindi di oltre 20 punti percentuali in appena tre anni. Un obiettivo ambizioso che potrebbe essere centrato. Lo scorso anno, Torino ha raggiunto quota 42,8%, un numero che la pone ai primi posti in Italia fra le città di analoghe dimensioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento