Cronaca Via Palmiro Togliatti

Allarme nella notte a Borgaretto di Beinasco: bomba carta esplode sul balcone di un vecchio criminale

Lui nega di avere subito minacce

immagine di repertorio

Una bomba carta è esplosa la notte di ieri, domenica 3 gennaio 2021, sul balcone di un appartamento delle case pubbliche di via Togliatti a Borgaretto di Beinasco dove abita Antonio Prigitano, 71enne già finito nei guai (ma anche più volte assolto) per traffico di droga e sfruttamento della prostituzione e condannato (anche se lui si è sempre professato innocente) per avere partecipato, nel 1977, all'omicidio di Domenico Tomasello, un piccolo criminale che, come lui, gravitava nella zona di San Salvario a Torino.

La defragrazione ha mandato in frantumi una porta-finestra e ha provocato qualche danno all'interno ma lui, che stava dormendo, non ha riportato alcuna conseguenza. I carabinieri della compagnia di Moncalieri e della stazione di Beinasco hanno accertato che l'ordigno, sia pure confezionato in modo rudimentale, era pericoloso. Prigitano, però, ha raccontato che non si spiega quanto accaduto e dice di non avere ricevuto alcuna minaccia. Da tempo, vista l'età avanzata e gli acciacchi di salute, dice di non avere più legami col mondo della criminalità.

Naturalmente nessuna pista è esclusa, a partire dal fatto che si sia trattato di una bravata commessa da qualche ragazzino in cerca di emozioni forti. Vista la vittima dell'accaduto, però, i militari vogliono vederci più chiaro in quanto l'uomo potrebbe essersi fatto qualche nemico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme nella notte a Borgaretto di Beinasco: bomba carta esplode sul balcone di un vecchio criminale

TorinoToday è in caricamento